Chiesa " San Giovanni Battista", Plataci

Costruire speranza - Eparchia Lungro

"Costruire Speranza", progetto per la promozione della legalità
  
Il progetto "Costruire Speranza", a cura della Delegazione regionale Caritas Calabria, è finanziato dalla Conferenza Episcopale Italiana e si prefigge di intervenire nell’ambito della promozione della legalità, una delle priorità educative della Chiesa.

Il progetto mira a creare dei processi efficaci e percorsi consapevoli di legalità democratica, mettendo in gioco la tenuta dei significati, dei valori e delle motivazioni di luoghi di fede e degli spazi di cittadinanza grazie alla riconversione, in opere segno, dei beni confiscati alla mafia.

La finalità progettuale è quella di «promuovere pratiche di legalità attraverso l’uso dei beni confiscati alla mafia trasformati in opere di carità, di formare gli operatori pastorali a questa tematica, di sviluppare percorsi di sensibilizzazione nelle singole diocesi».

Il progetto prevede le seguenti attività:

  1. la formazione di almeno una figura professionale, in delegazione regionale, che possa qualificarsi sul fronte della gestione di beni confiscati;

  2. un’azione educativa e formativa sul piano interdiocesano per ciascuna delle tre Metropolie calabresi, che abbia come ricaduta la sensibilizzazione delle Caritas parrocchiali, delle parrocchie, dei movimenti e delle associazioni ecclesiali;

  3. l'individuazione di un bene confiscato per diocesi per dare inizio o rilanciare un’opera segno a favore delle fasce deboli;

  4. il coinvolgimento del mondo giovanile attraverso gli animatori del Progetto Policoro per quanto riguarda il contrasto all’illegalità ed educazione al lavoro e la gestione dei beni confiscati.

COSTRUIRE SPERANZA 1 NELL'EPARCHIA DI LUNGRO

Il progetto mira a creare dei processi efficaci e percorsi consapevoli di legalità democratica, mettendo in gioco la tenuta dei significati, dei valori e delle motivazioni di luoghi di fede e degli spazi di cittadinanza grazie a diverse attività ed iniziative realizzate:

  •   torneo di calcetto interparrocchiale dal tema "La LEGALITÀ è lo SPORT per chi ama la Giustizia", dove si è trattato il tema della legalità e del rispetto delle regole all'interno dello sport;

  •  campi scuola estivi con lo slogan "Io sto con Gesù" come segno di una simpatica testimonianza di "affiliazione ad un unico clan" quello di Gesù;

  •   spettacolo teatrale sul tema delle "Mafie", in collaborazione con la Compagnia Teatrale "DiciassetteBi" di Dipignano (CS), dal titolo "Antigone, sorella d'omertà".

 

Sono stati realizzati:

  1. Attività ludico-ricreative all'interno di oratori parrocchiali e campi estivi:  “Il mondo che vorrei” - un itinerario articolato in attività ludiche, ricreative e artistico espressive con i ragazzi di diverse fasce d’età negli oratori parrocchiali e all’interno delle colonie estive, per approcciarli alle regole di convivenza di gruppo per farli diventare, in futuro, partecipi alle scelte

della società civile

2.  “Accendiamo l’albero della legalità” - nel respiro a pieni polmoni dell’atmosfera natalizia, in cui si abbandona il quotidiano per preoccuparsi dello spirito, i bambini di alcune parrocchie hanno acceso le luci di un albero e lo hanno decorato con alcune parole chiave significative strettamente connesse alla compartecipazione e alle regole comunitarie dello “stare insieme nella società”;

  •  Incontri informativi e promozionali nel territorio diocesano al fine di attivare una rete sociale tra i soggetti del territorio;

  •   Incontri informativi nelle scuole di ogni ordine e grado, al fine di curare i rapporti culturali tra i giovani, futuri cittadini del mondo;

  •   Convegni e dibattiti:

 “La famiglia e le dipendenze: le nostre sfide” – riflessioni sulla fragilità dei

legami che la famiglia moderna sta attraversando e la necessità del recupero della sua centralità sociale come condizione indispensabile per il delicato esercizio delle sue responsabilità educative.

Indirizzo

Corso Skanderbeg 54

 87010 Lungro ( Cs)

Links utili